arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

CORONAVIRUS - DECRETO 08 MARZO 2020

 DECRETO misure di contenimento per l'Italia nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – TREVISO RIENTRA IN ZONA ROSSA – MASSIMA RESTRIZIONE
 
Il presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato un nuovo DPCM DI URGENZA, QUESTA NOTTE ALLE 3,30 con misure ulteriormente restrittive classificando tutta la regione Lombardia e le provincie di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano Cusio Ossola, Vercelli , PADOVA, TREVISO, VENEZIA come ZONA ROSSA
 
Di seguito una sintesi con i principali elementi per la cittadinanza e soprattutto per esercizi del commercio e dei pubblici esercizi.
 
DIVIETO DI SPOSTAMENTI
Anche per quanto riguarda la provincia di Treviso è vietato ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio provinciale salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o di necessità ovvero per motivi di salute. E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre maggiore ai 37,5 è fortemente raccomandato rimanere al domicilio e limitare i contatti sociali, contattando il proprio medico.
Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti a quarantena o risultati positiv i al virus.
 
ATTIVITA’ COMMERCIALI
- Chiusura di tutte le medie e grandi strutture di vendita nelle giornate festive e pre festive, e gli
esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati.
- Nei giorni feriali il gestore dei richi amati esercizi deve comunque garantire la possibilità del rispetto
della distanza di sicurezza interpersonale (1 metro) (SANZIONE DELLA SOSPE N S IONE DELL’ATTIVITA’
IN CASO DI VIOLAZIONE)
- Se le condizioni strutturali od organizzative non consentono il rispet to della distanza di sicurezza le
strutture dovranno essere chiuse.
- La chiusura non è disposta per farmacie, para farmacie e punti vendita di generi alimentari il cui
gestore è comunque tenuto a garantire il rispetto della distanza di sicurezza.
 
ATTIVITA’ RICREATIVE SPORTIVE CULTURALI
- Sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri culturali e sociali e ricreativi
 
ATTIVITA’ DI PUBBLICO ESERCIZIO E RISTORAZIONE
- Sono consentite le attività di ri storazione e bar dalle ore 06.00 alle 18.00 con obbligo a carico del
gestore di garantire le condizioni di rispetto della distanza di sicurezza. SOSPENSIONE DELL’ATTIVITA’
IN CASO DI VIOLAZIONE.
 
ATTIVITA’ COMMERCIALI DIVERSE DA BAR E RISTORAZIONE E CHE NON RIENTRANO NELLE MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA
Sono consentite a condizione che il gestore garantisca un accesso con modalità contingentate o idonee ad evitare assembramenti e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di sicurezza.
In caso di violazione SOSPENSIONE DELL’ATTIVITA’ DELL’ATTIVITA’. In presenza di condizioni strutturali od organizzative che non consentano la distanza di sicurezza le richiamate strutture dovranno essere chiuse.
I provvedimenti contenuti nel decreto sono validi a partire dalle 00 del 08 marzo fino al prossimo 3 aprile (salve diverse previsioni contenute nelle singole misure)
 
DISPOSIZIONI PER I DATORI DI LAVORO
- Qualora sia possibile, il DPCM raccomanda ai datori di lavoro la fruizione di Ferie e congedo
ordinario per il personale.
Questa la sintesi del Decreto. Nel raccomandarne il massimo rispetto, informiamo che le strutture territoriali di Confcommercio saranno aperte e pronte ad ogni assistenza a lle imprese, in particol are per chiarimenti su i punti non chiari del decreto e per la gestione del personale.
Da Lunedì pomeriggio sarà attivo un servizio per la gestione degli accordi di Cassa Integrazione e di tutti gli strumenti che saranno adottati per superare la crisi in atto. Per questo inform iamo che EBiCom ha deliberato lo stanziamento straordinario per misure di sostegno alle imprese e lavoratori
Infine desideriamo far notare come i negozi di vicinato rimangano l’ultimo presidio per le necessità della cittadinanza. E’ una funzione grande c he sappiamo sarà gestita con la massima responsabilità.
Confcommercio sarà al fianco di ognuno di voi. 
Nel rimanere a disposizione, si porgono cordiali saluti.
 
 
Nei documenti allegati: 
 
- Testoo del DPCM della Presidenza del Consiglio dei Ministri
- Modello Autocertificazione per lo spostamento delle persone fisiche
- Cartello da esporre "distanza 1 metro tra le persone"
 
 

 

Top